IL LIBRO DI JOGI

 

 

Capitolo 15 (LA NASCITA DI SWATE. I CUCCIOLI NEL BUCO NELLA SABBIA. LA RABBIA DI EARTH)

 

Intanto, passarono altri giorni. Tutto sembrava esser in pace. Oltre la preoccupazione per eventuali attacchi da parte del mio amato fratello Orzak, s’aggiunsero anche i problemi per la condotta del figlio di Air e Soprannatural. Nella sua vivacità, egli ne combinava sempre una… Purtroppo, i guai vanno sempre a due a due… Infatti, si seppe della nascita della figlia della Zebra Alata, creata da Orzak… La creatura di Orzak, diede alla luce una zebra! La chiamò Swate! Da subito, anche lei, prese a far danni!! Non era ancora capace di stare perfettamente in piedi, quando…

 

Il giovane Asher, insieme a suo fratello ed alla madre, stavano pascolando sul prato, quando, cercò di convincere Pegax a giocar con lui, ma, come al solito, quello non volle, e si strinse alle zampe di Air, dicendo: “Voglio stare con mamma!!” Quello, facendogli la linguaccia e chiamandolo ‘ MAMMONE ‘, approfittando della distrazione della giumenta, volò verso il mare. Air, prese a cercarlo, ma non lo poté trovare da nessuna parte! Anch’io presi parte alle ricerche, insieme alla Regina.

 

Fu Water a vederlo andare all’interno della foresta! Volle seguirlo, e quindi, trasformandosi in cigno, lo seguì… Il giovane unicorno alato, sentendo dei versi, giunse fino ad una radura. I suoi occhi si riempirono di meraviglia! Accanto alla Zebra Alata, vide la piccola Swate! Anche Swate lo vide, ed allontanandosi dalla mamma, gli andò incontro. Water, nel vedere la scena, corse per venirci a trovare, e ci disse il tutto! La mia preoccupazione, era quella che la Zebra Alata potesse fargli del male! Non pensavo di certo a quello che sarebbe accaduto!

 

“Ciao… Io mi chiamo Asher… e tu?” Gli disse l’unicornino, la piccola zebra, gli rispose: “Io mi chiamo Swate… Ma… tu non sei una zebra? Sai io lo sono!! Che animale sei?” Asher, rispose: “Io sono un unicorno come il mio papà!! Che fai di bello?” Quella, sorridendogli, disse: “Sono a mangiare con la mamma!! Giochiamo?” Asher, senza farsi pregare prese a giocare con la nuova amica, allontanandosi dalla Zebra Alata, che era intenta a pascolare, insieme al suo compagno. “Sai che sei carina? Sei bianca e nera!!” Le disse Asher sorridendo, Swate, scuotendo il capo, disse: “Anche tu lo sei… Sai… Tu sei diverso dalle altre zebre che ho conosciuto… Tu sei un pochino più grande di me!! Se vuoi, possiamo sempre giocare insieme!! Ti và di diventare il mio migliore amico?” Asher, divenne rosso! Ancora non avevano che pochi mesi, eppure, già l’amore era penetrato nei loro giovani cuori! Le rispose: “… Certo Swate!! Anche se ora, devo andar via… Se mia madre scopre che son scappato, di certo mi griderà…” “Anche la mia!! Diventa isterica se non mi trova… Sai… lei vola come te… Dai… incontriamoci di nuovo domani… Che ne dici? Sempre qui…” Quello, annuendo, disse volando via: “Certo!! Non mancherò…”.

 

Nessuno poteva prevedere quello che sarebbe accaduto! I due piccoli si vollero subito bene! Appena Asher rientrò, senza farsi alcun problema, anche vedendo lo sguardo arrabbiato sia della mamma che mio e della mia Regina, ci disse: “Sapete… Ho trovato una nuova amica!! Si chiama Swate!! E’ una zebra!!” “Ma sai almeno chi è?” chiese Air, sbattendo lo zoccolo in terra, e quello, ora, timorosamente, rispose: “Si!! E’ una piccolina come me!! E’ molto bella, e…” “Quella è la figlia della ZEBRA ALATA!! E’ una mia NEMICA!! E’ una creatura d’Orzak il Terribile!! Come ti è saltato in mente di far amicizia con una creatura tanto cattiva?” Ma Asher, leccandola, disse: “Non è cattiva, mammina!! Abbiamo giocato!! Io… io voglio rincontrarla di nuovo…” Presi la parola: “… Su, Air… Infondo il piccolo non voleva crear problemi! E poi… chi ci dice che Swate sia come sua madre?” La Regina replicò: “Già… L’amore è sempre amore!!” Air, nel sentire questo, abbassò il capo dicendo: “Se questo è quello che dicono le fenici, allora ci credo!! Però, non posso pensare a quella zebra come un’amica… Asher!! Ti proibisco d’incontrarla di nuovo!! Tu sai quello che è accaduto allo zio Jogi con il falco… E se ti capitasse la stessa cosa?” Il piccolo unicorno alato, rispose: “Non m’accadrà nulla, mammina!! E poi, io le voglio bene!!” Sospirando, Air, disse al piccolo di seguirla per andare a pascolare, e quello la seguì. Non so spiegarmelo, ma sentivo che sarebbe accaduto qualcosa! Guardai la Regina, e quella, appoggiandosi a me, non capendo, disse: “Sono giovani, Jogi… Dobbiamo sperare in loro…” “E’ vero!! Ma non voglio commettere altri errori… Tu sai, mia Regina… Beh… Torniamo nella grotta!! E’ quasi sera…”. Così, volammo fino alla grotta! Quella notte, la Regina, avrebbe dovuto covare ed io sarei andato con lei per non farle correre nessun rischio.

 

Arrivò di nuovo il giorno… Nessuno s’aspettava quello che sarebbe successo di lì a poco! Infatti, disubbidendo, Asher volò verso la radura dove aveva incontrato Swate! La trovò lì… Era scappata anche lei dalla madre! Però, la Zebra Alata, ancora, non sapeva nulla dell’amicizia nata tra i due! Semplicemente non si era accorta dell’incontro!

I due puledri, s’avvicinarono, e cominciarono a leccarsi teneramente, mettendo la testa ognuno sul groppone dell’altra! Dopo un po’, sotto lo sguardo stupito degli scoiattoli, che poi vennero a riferirmi tutto, vollero giocare, e così, corsero via! Asher, voleva far vedere a Swate i cuccioli di Earth! Le disse: “Vuoi vedere dei cuccioli di volpe, amica mia?” Quella, senza pensare, gli rispose: “Cosa sono le volpi? Io ho visto solo i cucciolotti del cagnolino!! Sai, è stato zio Orzak a crearlo!! Si!! Li voglio vedere…” Asher, disse: “Le volpi sono mie amiche!! Speriamo che non ci sia la loro mamma!! Diventa terribilmente nervosa quando sta con loro… Dai… andiamo vicino alla loro tana!! Sai, zio Jogi ha detto che dobbiamo proteggerli!! Sono ancora piccolini!!” Swate, senza far domande, corse con l’unicornino alato, ed arrivarono vicino al rifugio. Earth non era presente… Era andata a caccia, nonostante fosse mattino! Infatti, cacciando di giorno, poteva star di notte a sorvegliare i piccoli, anche se questo le causava problemi… La natura delle volpi, impone il riposo mattutino e pomeridiano! Si sa, sono animali notturni! Questo lo avevo imparato. “Sai…” Spiegò Asher: “Io, quando sarò più grande, tra qualche settimana, dovrò creare degli animaletti per la mamma dei volpacchiotti!!” “Ah!! Tu puoi creare come lo zio Orzak e gli altri zii? Ma è meraviglioso Asher!! Poi… mi fai vedere come si fa? Sai sono molto curiosa… Oh… sei molto interessante…” Quello, facendosi forte delle parole della piccola zebra, rispose fiero di sé: “Sono molto potente Swate!! Così m’ha detto il mio papà che si può trasformare in lupo!! Ah!! Quando s’arrabbia con me, mi mostra i denti… Non è una bella cosa, ed io ne ho molta paura!! Ma io, non faccio nulla di male… Certe volte, i miei genitori e zii non mi capiscono!! Io voglio solo giocare… Comunque, ti mostrerò come si fa!! Ma adesso andiamo… Ecco!! Ecco la tana!!”.

 

Gli scoiattoli, arrivarono nella nostra grotta! Trovarono sia me che la Regina, insieme a Fire che stava fuori. Ci avvertirono di quanto avevano visto e sentito. Decisi di lasciar stare… Infondo, pensavo, che Air sapesse, ma, mi sbagliavo. Soprannatural era a cacciare da lupo, ed era distante, mentre la giumenta alata, stava sorvolando un’altra zona. Aveva lasciato il piccolo Pegax in compagnia di Water! Lo aveva condotto in riva al mare. Il piccolino, avrebbe voluto andar con la madre, ma, non essendo alato, dovette rimanere con il delfino ad essere sorvegliato! Water chiese a Pegax dove si trovava Asher, ma quello non seppe dare una risposta, ma disse che non era tranquillo!

 

Intanto, i due puledri, si erano avvicinati alla tana! Earth non era presente! Videro quei batuffoli di vita e ne rimasero incantati! “Oh… che belli!!” Disse la zebra: “Sembrano proprio come i cagnolini dello zio!!” Asher, allora disse: “Beh… lo zio Jogi ha detto che vanno protetti, ed è quello che faremo!! Sai che facciamo? Per proteggerli meglio, m’è venuta un’idea!! Va a prendere, se il cane non c’è, anche i suoi cuccioli!! Scaveremo in spiaggia un buco fondo fondo… Li nasconderemo lì!! Così, potranno giocare tutti insieme ed esser protetti, proprio come ha detto il mio zio fenice!! Saranno tutti orgogliosi di noi!! Vedrai…” Swate, senza perder tempo, corse, ed andò nella tana del Cane, dove trovò i cuccioli intenti a giocare! Il genitore, proprio come Earth, non era presente. Chiamò a sé i cagnolini, e quelli la seguirono senza far storie! Comunque, la scena fu vista dalla compagna di Orzak, la quale era su un ramo.

Intanto, Asher, aveva fatto uscire dalla tana i cuccioli della mia volpe. Solo Alopex, che era il più sveglio di tutti, disse all’unicornino alato: “Asher… Dove ci stai portando? Tra un po’ tornerà la mamma… e se non ci trova…” Ma quello gli rispose: “Con me, piccolino, potete stare tranquilli!! Io sono il figlio di Soprannatural e di Air!! E’ come se siete con loro in persona!! Ecco… Ecco che sta tornando Swate con altri vostri amichetti!! Oh!! Che gioia!! Potrete giocare tutti insieme, mentre io e lei vi sorveglieremo fino al ritorno dei vostri genitori…” Alopex, che non conosceva ancora i cani, nel vedere altri cuccioli, si stupì del loro aspetto, ma non disse nulla. Dal canto loro, anche i piccoli del Cane, non avendo mai visto dei volpacchiotti, s’avvicinarono a loro con curiosità. “Dai… Adesso venite insieme a noi sulla spiaggia… Non abbiate paura!” Disse Asher, guardando amorevolmente Swate negli occhi, e quella, arrossendo gli sorrise.

Solo dopo tempo, compresi che esser cuccioli significa non saper ancora il significato di SPECIE… Semplicemente, i piccoli vedevano solo esseri della loro età con cui giocare! Questo lo spiegò Earth.

 

Comunque, il Cane, ritornato nel suo rifugio con la sua compagna, non trovando i piccoli, si mise a seguire le loro tracce. Fu la compagna d’Orzak a dire d’aver visto Swate in compagnia dei cuccioli…

 

Asher, Swate ed i cuccioli, erano appena arrivati sulla spiaggia. L’unicornino alato, prese a scavare una buca molto profonda nella sabbia con gli zoccoli, mentre Swate osservava il tutto con ammirazione. Dopo averla scavata, spinse tutti i cucciolotti lì dentro, dicendo soddisfatto: “Ora si, che sono al sicuro!! Nessuno potrà fargli del male!! Oh!! Quanto saranno contenti, zia Earth ed il cagnolino!! Infondo, come dice sempre zio Eter, bisogna proteggere i cuccioli d’ogni specie!! E poi… che c’è di meglio di farli giocare insieme? La zia Earth dice che giocare è importante!!” Swate, ammirata, disse: “Oh!! Come sei saggio Asher mio!!”. I cuccioli, intanto, vista la profondità della buca, cominciarono a cercare d’uscire ma non riuscendo, si misero a guaire come disperati, mentre Swate diceva: “State calmi… Tra poco arriveranno mamma e papà… Intanto, Asher… perché non andiamo a correre un po’… Sai, a noi zebre correre ci piace molto…” Asher, sorridendo rispose: “Ok… così, dopo, potrò farti vedere come so volare…”. I due puledri, incuranti dei lamenti dei cuccioli, così, corsero via, e presto si dimenticarono di loro.

 

Earth, era arrivata nella tana, e non vedendo i cuccioli gemette! Pensò che qualcuno gli avesse attaccati! Ringhiando, venne a trovarci nella grotta! Ad accoglierla io, la Regina e Fire! Guaendo e ringhiando, ci raccontò di non aver trovato i suoi piccoli nella tana! Diede la colpa al Cane creato da Orzak! La Regina, preoccupata, disse di volerli andare a cercare, e così ci alzammo in volo, seguendo Earth, che intanto cercava col fiuto di trovare una pista!

 

Il Cane, non riuscendo a trovare tracce dei suoi figli, si recò da Orzak! Quello, già avvertito dalla sua compagna, volò insieme a lei per cercarli. Con loro, anche la compagna del Cane.

 

Io, la Regina insieme a Fire, nel sorvolare il vasto territorio, incontrammo Air. Quella, era tranquilla pensando che i suoi figli erano sorvegliati. Le dicemmo che i figli di Earth erano misteriosamente scomparsi! Quella, turbandosi, ci disse che sarebbe venuta insieme a noi per le ricerche, ma che prima voleva contattare Soprannatural, poiché aveva un presentimento…

 

A trovare Soprannatural, non fummo noi ma lui! Da lupo, ci venne incontro, e ci disse d’aver avuto una strana sensazione! La mia volpe, nel vederlo, lo lecco dicendogli quello che era accaduto. Lui, disse solo: “… Asher…”.

 

Intanto, Swate e l’unicornino alato, erano ancora a correre… Dopo un po’, Asher si stancò… Si sa, gli unicorni non sono come le zebre… Le zebre amano correre, mentre gli unicorni anno solo lo scatto iniziale! C’era anche il problema che le zebre, mentre corrono, possono fermarsi istantaneamente, mentre agli unicorni serve del tempo… Infatti, Asher, rischiò molte volte di ferire Swate col corno sul suo didietro… Così, l’unicornino alato fece vedere alla sua compagna le sue tecniche di volo non proprio perfette, specialmente gli atterraggi, e quella, ne rimase affascinata! Gli disse che avrebbe voluto saper volare come lui. La poveretta, rischiò più volte di vedersi arrivare Asher addosso, ma non sembrava accorgersene!

 

Orzak, la sua compagna ed il Cane, intanto erano quasi arrivati sulla spiaggia! Anche la Zebra Alata, del canto suo, stava cercando Swate senza poterla trovare… Mio fratello Orzak, molto preoccupato, pensò come del resto anche noi, che l’avessimo attaccati! Ma la realtà era un’altra…

 

Anche noi, siamo arrivati sulla spiaggia, guidati sia dal fiuto della mia volpe, e sia dalle veggenze di Soprannatural che, intanto, si era trasformato in unicorno.

Appena giunti, vedemmo Orzak con la Zebra Alata ed il Cane… Subito ci preparammo ad un eventuale attacco! Anche loro si prepararono, ma… all’improvviso, arrivarono Asher con Swate. Sentimmo dei lamenti provenienti da quella buca nella sabbia! La mia volpe corse subito insieme al Cane con la sua compagna! Quello che videro li lasciò di stucco! Andammo anche noi per vedere, e vedemmo i cagnolini con i volpacchiotti in lacrime che cercavano di uscire! Tutti, ci voltammo verso Asher e Swate! L’unicornino alato, sorridendo, disse: “Ciao zio Jogi!! Vedi? Abbiamo fatto quello che ci hai detto!! Ci siamo presi, io e Swate, cura dei cucciolotti!! Ah!! Quanto sono carini, non trovate? Stanno giocando tra di loro, e nessuno ha fatto loro del male!! Noi, siamo andati a giocare…” Mi misi ad urlare: “Ma cosa avete fatto? Non vi rendete conto del danno che avete combinato?” Dissi, ed Earth, ringhiando disse: “Non stanno affatto giocando!! Stanno piangendo!! E poi come avete potuto mettere insieme delle volpi con dei cani!! Ah!! Che guaio!! Ma cosa v’è passato per testa!!” Il Cane, guardando male Swate, mentre la compagna cercava di togliere dal buco i suoi figli, disse: “Ah!! Lo so io chi è stato!! E’ stata lei!! Da quando è nata, non ha fatto altro che far danni!! Zebra Alata, dovresti dare una bella lezione a tua figlia, prima che ci pensi io a morderla…” Swate, si mise per paura, dietro ad Asher, e disse piangendo: “NO!! Io non ho fatto nulla!! E poi, perché v’arrabbiate così? Infondo non è successo nulla!! Volevamo solo proteggere i cucciolotti!!” Orzak, guardando male sia me che Asher, disse: “Sicuramente, il vostro unicorno alato, avrà plagiato la povera zebra!!” La Regina, al sentire questo, volle difendere Asher e Swate, dicendo: “Dai… Non possiamo arrabbiarci con loro… Infondo sono giovani… Volevano solo giocare!!” Fire, disse: “Solo giocare? Ma guardate in che razza di situazione c’hanno messi… Comunque, tutto è finito bene…” Air con Soprannatural, andarono vicino ad Asher, che ora tremava: “Papà… Mamma… Io volevo solo giocare… Non ho fatto nulla di male, e nemmeno Swate!! Non mi punite… Non lo farò più… io… io non sapevo… Non sapevo di far una cosa sbagliata… E poi, l’ha detto zio Jogi che bisogna proteggere i cuccioli…” I genitori, lo guardarono male, e poi gli dissero: “Faremo i nostri conti dopo… Adesso chiedi, anzi… chiedete scusa ai genitori di queste povere creature…” Asher, abbassando il capo pentito, disse: “Scusate… Scusa zia Earth… e scusate cagnolini…” Anche Swate chiese scusa, mentre i cuccioli, ormai liberi, leccavano i loro rispettivi genitori. Orzak, aprendo le sue ali, guardandomi male, disse ai suoi d’andare via. Così, io, la Regina con le mie creature, insieme ad Asher, andammo verso la nostra grotta… Asher e Swate, comunque, si sarebbero di nuovo incontrati!!

 

Ah!! Quanto pianse Asher!! Soprannatural, da lupo, morse suo figlio alle zampe, mentre Air gli tolse l’aria di nuovo!! Avrebbero voluto punirlo ancora, ma io mi misi in mezzo… Difesi l’unicornino alato!

 

HOME DELLA SEZIONE

HOME