IL LIBRO DI JOGI

 

 

Capitolo 13 (IL GIORNO DELLA VERITA’. LO SCONCERTO DELLE CREATURE. L’ANATEMA DI ORZAK IL TERRIBILE)

 

Ecco apparire un altro giorno… il giorno annunciato dal Dio Fato! Aprii gli occhi, e come sempre vidi la mia Regina ed Orzak! Sembrava tutto normale, ma, sapevo che non era così… Anche mio fratello… che amavo e che avrei sempre amato si svegliò dal sonno! Mi guardò ed io guardai lui. Contemporaneamente, si svegliò anche la mia Regina. Senza dir nulla, uscimmo dalla grotta e volammo per andare a mangiare! Io, però, non avevo fame! Tutte le nostre creature avevano ripreso a gioire della vita… Air, aveva da poco cominciato a spiegare al piccolo Asher le tecniche di volo! Era un po’ goffo, ma, alla fine, riuscì a prendere quota ed a volare insieme alla madre! L’unica cosa che non riusciva a far bene era atterrare… Anche noi fenici, tentammo di spiegargli come fare, ma lui, testardo, voleva far di testa sua. Alla fine, si stancò, e lasciò Air per andare a giocare con suo fratello, il quale, non si volle staccare da Soprannatural. Alla fine, i due puledri furono allattati dalla giumenta alata.

 

Eter, aveva avuto due figli dalla sua compagna… Un grifone, forte come lui, ed un leoncino! In seguito, quello, sarebbe diventato molto importante, e messo a capo di una costellazione da Zeus in persona… ma, quello accadde molto tempo dopo… Fu Fato a dirmelo.

 

Era tutto troppo tranquillo… Orzak non mi rivolse la parola. Tentava in ogni modo d’amare la Regina, ma erano tutti tentativi andati a vuoto! Io ne soffrivo molto! Ma, non c’era nulla che potessi fare… Addirittura, mio fratello, provò a saltarle addosso, ma quella, lo becchettò dolcemente, scansandosi! Ad ogni tentativo, un’occhiataccia a me!

Della visita al Dio Fato, non dissi nulla a nessuno! Solamente il piccolo Alopex disse a sua madre quello che aveva visto ed udito! La mia volpe, scossa da quelle parole, venne da me per assicurarsi che tutto andasse bene! Avvertiva ancora molto pericolo… Io, per rassicurarla, le dissi che non c’era da preoccuparsi, ma, lei furba, non mi credette! Mi supplicò con gli occhi e le orecchie basse, d’avvertirla nel caso di qualcosa di strano! Era evidente che aveva capito, molto più di me, la mia situazione e quella della Regina! Soprannatural, mi guardava in modo strano! Sembrava volermi dire qualcosa, ma, io ignorai questo suo comportamento… Ah! Solo ora, mi rendo conto dell’errore che ho fatto!! Se gli avessi parlato, probabilmente, tutto sarebbe passato… ma, TUTTO E’ SCRITTO!! Non si poteva far nulla!!

 

Passò così anche la mattinata! Una bellissima mattinata di sole, anche se a me sembrava ci fossero nuvoloni neri neri… Un triste presagio aleggiava su di me… Non potevo ancora saperlo, ma l’amore e la vita, si sarebbero presto mostrati come dolore e morte!! Ma questo accadde molto tempo dopo… Perché l’amore doveva portare sofferenza? A questa domanda non c’è una risposta!! Noi eravamo animali puri… puri e limpidi come l’acqua di quel ruscello che ci dissetava… Che ne potevamo sapere noi di queste cose? Nulla!! Forse, a chi leggerà il MIO LIBRO, tutto questo potrà esser chiaro… ma, a noi no!! Specialmente a me che mi stupivo e mi stupisco di tutto!! A voi… Esseri Umani, grandi e forti, come m’ha detto Fato e Sagem, le questioni sembrano sempre risolvibili… Ma, a noi, piccole creature, tutto il mondo sembra, ed è, UN DONO!! La vita è un DONO!! Tutto sembra meraviglioso e misterioso!! Oh!! Vi amo!! Anche se non v’ho mai visto!! Però, nei miei sogni si…

 

Quanto stupore, infatti, nei miei voli… Volando, trovavo sempre grandi meraviglie che mi portavano sempre a far ridere Asher… Rimanevo sempre a becco aperto!! E, l’unicornino alato ne godeva! Lo facevo sempre ridere!! Non mi spiegavo il motivo, ma la sua ilarità, anche quel giorno, mi fece star bene! Solo Orzak non rideva… Infatti, da tutti i cuccioli, era considerato un musone! Ne avevano paura e timore… Forse facevano bene, ma, come ho già ripetuto, io lo amavo e lo amo!! E’ mio fratello!! Fratello d’una vita che ci è stata donata con amore infinito!!

 

Ma, purtroppo, proprio l’amore ci avrebbe messo nei guai… Ancora, non avevo capito cosa potevano essere quelli che il Dio Fato aveva chiamato i nostri CONTRARI!! Lo avrei scoperto dopo…

 

Restammo da soli, io e la Regina… Era già pomeriggio… un pomeriggio d’estate e di sole… il sole, nostro astro, che per noi era fonte di vita e di rigenerazione!

Sopra ai rami d’un albero, io e lei, contemplavamo il creato… Era tutto bellissimo! La Regina era estasiata e così anch’io!! Nemmeno ci rendemmo conto di quanto stava per accadere, quando, un raggio di quel sole, illuminò le sue piume ed il suo bel corpo! Ne rimasi incantato!! La conoscevo, eppure, mi sembrava d’averla vista per la prima volta! Ecco il FATO… Ecco il DESTINO!! Eravamo fatti per esser una cosa sola, mentre Orzak, in questo progetto, non era menzionato… Ne restò escluso!! Naturalmente, io, non volli tutto questo…

Proprio allora, non so come, mi trovai di nuovo sopra di lei… Giuro che non volevo farlo… ma, la Natura mi chiamò all’accoppiamento! Ci videro tutte le nostre creature… Ci videro amarci teneramente!! Però, anche qualcun’altro aveva visto e compreso!! Era Orzak… appena ritornato dalla sua perlustrazione!

Ero ancora dentro di lei, quando mio fratello, mi venne addosso… Piangeva… piangeva, ma poi aprì gli artigli e mi diede un colpo molto violento sulla testa! Caddi dall’albero… Cadde anche la Regina! “M’AVETE TRADITO!! Ah!! LO SAPEVO!! Ecco!! Adesso ne ho la prova!! Quelle uova erano LE VOSTRE!! Perché m’avete escluso da tutto? Che male v’ho fatto? Il Dio non aveva detto che ci dovevamo accoppiare tutti e tre? Perché Jogi? La colpa è solo tua… Ma ora ne ho abbastanza!! Dovete pagarla TUTTI per quello che m’avete fatto!! IO SONO UN RE!! Ve lo dimostrerò!! TUTTI SAPEVATE DELL’ACCOPPIAMENTO DELLA REGINA CON JOGI, ma NESSUNO HA PARLATO!! VI ODIO TUTTI QUANTI!! PER ME SIETE MORTI!! Presto splenderà la mia stella!! ME NE VADO PER SEMPRE!! Sarò io a regnare su questo mondo… LO VEDRETE!!” Nel dire così, il mio amato fratello Orzak, s’alzò in volo… Non era più lui!! Era diventato NERO… UNA FENICE NERA… Mi fece molta paura… Era quella la mia punizione? Forse si… Ma, cosa centravano le NOSTRE CREATURE? Piansi e mi disperai, e così fecero la Regina e tutte le nostre amate creature!! Non potevano crederci… Orzak se ne era andato via… Cosa ne sarebbe stato di noi? Cosa avrebbe fatto? Tutti erano esterrefatti, e la sensazione di pericolo della mia volpe crebbe a dismisura! Disse che quello era l’inizio della fine… ORZAK ERA DIVENTATO TERRIBILE… Quello che ci aveva detto pesava su di noi in modo spaventoso… Ne avrei dovuto parlare col Dio… Cosa potevo fare? Come potevamo, io e la Regina portare l’Equilibrio? Intanto, solo una cosa potevo tentare… Dovevo consolare tutte le nostre creature che ora erano terrorizzate! Dovevo continuare ad essere RE!

Soprannatural, disse: “Ecco!! Quello che temevo s’è verificato… Spero solo che il sogno che ho fatto non s’avveri mai!! Ma siamo qui… Dobbiamo solo poter sopravvivere…” 

 

 

HOME DELLA SEZIONE

HOME