CAMBIAR VITA

CAPITOLO 30

 

Attenzione !! Le storie sono protette da copyright  dell'autore SIAE (C)

 

Nel mondo dei cartoni animati, quando Ciap andò via, lasciò in Cip un vuoto così grande che ci volle Henry per colmarlo, ma Cip aveva capito, solamente ora, di non essere più solo, e la sorpresa per il fratello ritrovato gli fece un buon effetto: aveva ritrovato il buon umore di un tempo. Henry, comunque, restò stupito, perché ancora non credeva che Cip e Ciop avessero un altro fratello, ed esternò questo pensiero dicendo: “Nel mio mondo, ora sicuramente ci sarà stata una rivoluzione! Vedi Cip, nessuno di noi esseri umani sapeva che tu e Ciop avevate un fratello. Mi spieghi precisamente il perché non hai detto a Ciop la verità?” Cip, con un sorriso che sapeva di rimpianto gli rispose: “Ciop è molto sensibile!! Non mi sembrava il caso di dirgli quello che è successo la notte in cui papà è partito con Ciap!! Ho sbagliato!! Lo so!! Non avrei dovuto nascondergli niente!! Non volevo che soffrisse!! Ormai, Ciop avrà saputo tutto, vero Henry?? Mi avrà perdonato per quello che gli ho fatto??” Henry voltandosi verso Cip disse: “Sicuramente! Stai tranquillo! Conoscendo Ciop, ti avrà perdonato. La cosa che più mi preoccupa è che mio fratello e Ciop, e ora anche Cindy, sanno quello che facciamo, ma noi, se Red non viene a dirci niente, siamo completamente all’oscuro di tutto!” (Henry non era preoccupato solo per questo. Lui aveva paura per Cindy, poiché non sapeva se suo fratello in qualche modo era riuscito ad incontrarla e a portarla in salvo, ma naturalmente a Cip non disse nulla di questo, per evitare che si preoccupasse ancora di più.)

 

Red che era in giro non tardò a ricevere il messaggio di Alen, e diventando bianco andò da i nostri amici. “Cip!! Cip!!!” Gridò arrivando davanti all’albero. “E’ Red! Apriamo!” Disse Henry sfregandosi le mani. Appena aprirono la porticina, Red disse tutto quello che aveva da dire in una sola volta, tanto che quando finì, dovette prendere fiato. Henry disse allora: “Cindy ora è in buone mani, mio fratello sicuramente la avrà accolta con le braccia aperte.” “Bene!! Così non ci resta che risolvere il problema principale!!” Disse Cip. Non appena disse così Red prese la parola e disse: “Per me, ogni volta è una tortura!!! Non potete dire ai vostri amici di spedirli in un altro modo questi messaggi??” “No!” Disse Henry, “Perché probabilmente questo è l’unico modo di comunicare.” Red sentendo questo alzò le spalle e salutando se ne andò via borbottando.

 

Ciap, che si trovava in quel momento a casa sua, ricevette una brutta visita da parte di quei paperi, di cui vi ho parlato qualche capitolo fa.

Appena che i due brutti ceffi misero piede sul davanzale, Ciap disse :

“A siete qui!!!! Vi avevo detto di non venire a trovarmi a casa mia per nessun motivo al mondo!!!” Uno di quelli disse: “Lo sappiamo che non ci sopporti!! Ed è proprio per questo motivo che siamo venuti HAHAHAHAH!!!!” “COSA VOLETE DA ME!!!” Disse per ripicca Ciap, piuttosto scocciato per quella visita. “Abbiamo saputo che tuo fratello Cip, ha avuto da ridire con Bugs Bunny per uno scoiattolo molto insolente!! E questa proprio non gliela possiamo far passare liscia!!!” “Ugo!!” (Questo era il nome di un papero); “Non starai per caso parlando di Henry?? Vero??” “Non so come si chiama quel cosettino li, ma ti giuro che appena abbiamo un po’ di tempo gli faremo mangiare la ghianda più indigesta di tutta la sua vita HAHAHAHAHAH!!!” “No!!! Non devi!!! Tu non sai chi è!!!” L’altro papero, che si chiamava Aldo, (un nome che pensate un po’, era stato scelto per puro caso dal disegnatore che lo aveva creato, dopo essersi ubriacato con dei suoi amici in una serata di baldoria), disse “Noi non sappiamo chi è!!! MA GLI FAREMO TANTO, TANTO MALE DA COSTRINGERLO A RITORNARE DA DOVE E’ SALTATO FUORI, HAHAHAHAHAHAHA!!”. Ciap, aveva capito che era stato Bugs Bunny a mandare quei due, per la prima volta nella sua vita, volle prendere le difese di qualcuno e disse: “Se volete prendervela con qualcuno, fatelo con me!! Ma lasciate in pace mio fratello e il mio amico!!” “Pure!! E’ anche amico tuo!! Ci stai tradendo allora??? Stai infangando il nostro patto!!! Ricordati che con la Warner Bros abbiamo stretto un’alleanza!! Chi tocca qualcuno di loro se la deve vedere con noi e viceversa!! HAI GIA’ DIMENTICATO CIAP???” Disse Ugo con aria molto indignata. Ciap a questo punto disse subito chiudendo la porta di casa: “Si!! E non me ne pento!! Farò di tutto per non farvi avvicinare a Cip ed a Henry!! Andate via e lasciatemi in pace!!” Quelli vedendo che con Ciap non c’era nulla da fare dissero andando via: “Sei rimasto solo Ciap!! Ora non potrai più difenderti!! SEI SOLO!! TUO PADRE E’ MORTO, E CONSIDERA MORTI ANCHE CIP E CIOP E QUEL INSOLENTE DI UN RODITORE DA STRAPAZZO CHE VIVE IN CASA DI CIP, PERCHE’ UCCIDEREMO TUTTI!!! E DOPO UCCIDEREMO ANCHE TE!!! CI VEDREMO CIAP!!! MA AL CIMITERO!!! HAHAHAHAHAHAHAAH!!” E se ne andarono via di corsa. Ciap, che aveva agito d’istinto, sulle prime non riuscì a capire in che guaio si fosse cacciato, ma dopo, chiudendo la porta, si buttò a peso morto sul letto e realizzò. Per prima cosa gli venne in mente di essere rimasto solo, e poi fu atterrito da una paura incredibile, non tanto per lui, ma per Cip e Henry. Si domandava: “Ho fatto la cosa giusta?? Ora cosa farò?? Non posso di certo nascondermi!! Devo proteggerli!!! Devo proteggere Cip e Henry che sono in grave pericolo di vita!! Devo subito andare ad avvertirli!! Per Bacco !! Sono o non sono il fratello maggiore di Cip!! Allora fatti coraggio Ciap, e affronta il tuo destino!!!”

 

I due paperi, per prima cosa, andarono da Bugs Bunny, per chiedergli consiglio su quello che dovevano fare, e il coniglio sulle prime stette a sentire quello che quei due gli propinavano. Ad un certo punto se ne uscì con questa frase: “Adesso ne ho proprio abbastanza di quegli scoiattoli!! Non hanno ancora capito chi è a comandare!! Se non vogliono sentire ragioni… beh… non c’è altra soluzione!! Manderò due miei amici a far ragionare Cip!! Ma prima devo andare a cercarli!! Voi state tranquilli!! Giustizia sarà fatta!!” I paperi, allora, capendo che Bugs aveva intenzioni serie, ridendo e prendendo in giro Cip e Ciop, lo ringraziarono di avergli levato il compito di fare fuori Cip, Henry ed ora anche il loro ‘ amico ‘ Ciap, se ne andarono ma dicendogli che se avesse avuto bisogno di loro, sapeva dove cercarli.

Bugs, quando i due erano ormai lontani, prese la strada per andare a cercare questi amici.

 

Arrivato che fu, prese a bussare ad una porticina posta sotto il tronco di un albero. Andarono ad aprire, due scoiattoli (in realtà erano cani della prateria), che vedendo Bugs, uscirono subito salutandolo: “Ciao Bugs!! Come mai da queste parti??” E Bugs rispondendo disse: “Voi odiate Cip e Ciop vero??” “SIIIII!!!!!” Risposero quelli, facendo un gran chiasso e sfottendo a più non posso Cip e Ciop; “Bene!!” Disse Bugs, infilandosi una carota in bocca e masticandola velocemente: “Ho un lavoretto per voi!! Cari MAC e TOSH!!”.

(Per chi non fosse a conoscenza di questi due scoiattoli, c’è da dire molte cose a loro riguardo. Qualche disegnatore della Warner Bros, aveva creato questi due personaggi, proprio per fare concorrenza ai famosi scoiattoli Disney, quindi erano dei veri e propri rivali di Cip e Ciop. Ma al contrario di Cip e Ciop, Mac e Tosh erano identici nel loro aspetto, e quindi molto pericolosi. Naturalmente sia Cip che Ciop, li conoscevano molto bene, e ne stavano alla larga.)

 

Ciap, mentre Bugs stava progettando il piano con Mac e Tosh, andò a casa di Cip per avvertirlo della bruttissima visita che aveva avuto.

Ad aprire fu Henry, che lo accolse in casa. “Henry!! C’è Cip??” Disse fremendo Ciap, che non voleva dire a Henry il motivo della sua visita per non preoccuparlo. “Si. Te lo chiamo subito!” Ed andò nell’altra stanza. Cip appena che Henry gli disse della visita di Ciap, corse subito. “Cosa è successo??” Ciap disse tutto ad un fiato quello che era successo, e supplicò Cip di stare molto attento. Lui, appena che Ciap ebbe finito, si mise a piangere dicendo: “Ora siamo proprio nei guai!! Non c’è più nessuno che ci possa salvare!! Ciop!! Dove sei, fratellino mio!! Non ti rivedrò mai più!! Sono nelle mani di gente cattiva che ci vuole dividere per sempre!!  SONO SOLO AL MONDO!! SENZA UN AMICO!! SENZA UN SORRISO DI CONFORTO!!” “Non dire così Cip! Non sei solo! Ci siamo io , Ciap e anche Jerry! Ti aiuteremo noi!” Disse Henry per dare un po’ di coraggio a Cip, ma quello voltandosi male gli disse: “E COME?? PROPRIO TU MI VIENI A DIRE DI STARE CALMO?? TU NON CI PUOI FARE PROPRIO NIENTE!!! STAI ZITTO!!!" Henry capì che Cip era in preda ad un attacco di rabbia e non ci fece caso, e gli disse molto dolcemente: “Ora basta! Cip! Per l’amor di Dio! Non fare così! Peggiorerai la situazione! Calmati ti prego!” Disse quasi piangendo Henry, al vedere uno dei suoi personaggi preferiti, piangere come un bambino: “Cosa direbbe Ciop se ti vedesse piangere? Tu per lui eri tutto quello che un fratello può sperare. Sei stato forte in moltissime occasioni. Caro Cip! Se questa è una storia, e nelle storie ci sono i buoni e i cattivi, stai sicuro che i buoni in questo caso siamo noi. Nelle storie il bene trionfa sempre!” Cip con queste parole, riprese fiducia in se stesso, e si scusò con Henry per essersi comportato male con lui per la seconda volta.

Ciap, riprese dicendo che non li avrebbe mai abbandonati, anzi avrebbe anche dato la vita per loro, se questo era necessario, e abbracciò Cip, poi abbracciando Henry gli disse: “Tu sei un bravo ragazzo!! Non cambiare mai!! Anche se in questa vicenda sei una vittima, cerchi di dare coraggio e amore, a chi li ha perduti!! Mi raccomando, stai vicino a Cip in questo momento difficile!! Io ora devo andare a pensare a cosa fare!! Tornerò quando avrò trovato il modo di aggiustare tutto!!” E aprendo la porta uscì.

 

In un altro posto, Bugs aveva lasciato Mac e Tosh, con il compito di andare subito da Cip, per fargli del male. I due salutando il coniglio gli dissero che poteva stare tranquillo, che i due scoiattoli, ormai, erano nelle loro mani. Così dicendo si recarono all’albero dei nostri amici.

 

Appena giunti di sotto, architettarono di fare scendere giù Cip con una scusa per poi colpirlo. Naturalmente Mac, dette l’ordine a Tosh di andare a bussare, e quello senza battere ciglio, ubbidì. Ad aprire andò Henry, il quale vedendo Tosh, restò per un momento senza dire una parola. (Il poveretto non conosceva i due mascalzoni.) “Devo parlare un momento con Cip!! E’ in casa??” Disse ridendo sotto i baffi Tosh, Henry rispose di si, e fece entrare quell’imbroglione, dicendogli di aspettare. Henry, andò a chiamare Cip, ma Tosh, uscì dalla porta, chiamò suo fratello e gli disse di salire. Quello con dei balzi impressionanti salì subito e si nascose dietro una tenda. Cip entrò nella stanza con Henry, e Tosh, lo colpì con un bastone sul capo. Cip perse i sensi. Henry si mise ad urlare, e dalla tenda allora uscì Mac che lo colpì con un calcio nello stomaco. Henry perse anche lui i sensi, e i due poterono portarli fuori dall’albero, non prima di avere rubato qualche ghianda.

 

Ci volle più di un piccolo sforzo, per portare i due fuori, e Mac ironizzando con vera cattiveria disse a suo fratello: “Eccoli qua, i due roditori!! Sono più brutti del buio quando si fa sera HAHAHAHAHA!!! I disegnatori devono avere avuto la febbre quando li hanno disegnati!!!” “Hai proprio ragione Mac!!! HAHAHAHAAHAHHA!!!” Rispose l’altro, ridendo a più non posso, e ironizzando pesantemente su tutti i personaggi Disney.

I due, poi, progettarono di rapire i nostri amici e di portarli a casa loro, per permettere a Bugs di vederli, prima della loro uccisione. Così fecero.. I due briganti, si caricarono sulle spalle Cip e Henry e li portarono via. Ma avevano fatto i conti male, perché, dietro una siepe c’era Red che aveva visto tutto, e con rabbia andò a fermare Mac e Tosh: “COSA AVETE FATTO!!!” Disse ringhiando: “PERCHE’ AVETE FATTO MALE A CIP!!!! COSA VI HA FATTO???” Quelli presi da molto spavento di vedere una volpe che li braccava in quel modo, se la diedero a gambe e andarono a rintanarsi oltre il confine Disney, dove c’era la loro casa. Red, sapeva benissimo che non poteva proseguire, perché se lo avesse fatto, si sarebbe imbattuto in qualche personaggio cattivo, e quindi, decise di ritornare indietro.

Con molto spavento, ma anche con molta rabbia, Red tornò alla sua tana e rivelò finalmente a Vicky il suo segreto. Quella capì tutto ad una volta, che lo strano comportamento di Red, non era dovuto ad una sua pazzia, ma ad una cosa seria, e quindi si fece spiegare tutto quello che era successo. Red, molto concitatamente spiegò del rapimento di Cip, e con molte pause, raccontò pure che un essere umano era arrivato da loro, e che Ciop era stato teletrasportato nel mondo degli esseri umani, e raccontò che lui era il tramite per far comunicare Cip e Henry con quel mondo. Vicky stava a sentire tutto con molto interesse, ma non capiva bene chi fossero questi esseri umani, e perché era accaduta una simile tragedia, ma poi sentendo che chi aveva rapito Cip, era scappato oltre il confine, disse che quella era una cosa molto grave, e decise di avvertire Topolino dell’accaduto. (Topolino, era considerato il più saggio tra tutti i personaggi.) Quindi gambe in spalla, Red e Vicky partirono per andare da Topolino, il quale appena li vide disse subito: “Cosa succede?? Perché siete qui??” E Vicky spiegò tutto. “OH PER TUTTI I TOPI DEL MONDO!!! DITE SUL SERIO?? OLTRE IL CONFINE?? CIP E’ STATO RAPITO??? E’ UNA COSA GRAVISSIMA!!! NOI NON POSSIAMO ANDARE!!! COME FAREMO!!! NON ERA MAI SUCCESSO CHE QUALCUNO DI NOI FOSSE STATO RAPITO DA QUELLI LI!!! SIETE SICURI DI QUANTO ANDATE DICENDO??” Disse concitatamente Topolino, e Red confermò ogni cosa. “Va bene!! Ci penserò io!! Voi andate a casa e state tranquilli!!” Disse Topolino congedando Red e Vicky. (Topolino, aveva capito che era stata sicuramente opera di Mac e Tosh, e conoscendo la verità sul mondo Disney e quello Warner Bros, decise di chiedere aiuto ad un personaggio che non era ne della Disney e ne della Warner.) “Solo Benam e i cavalieri dello zodiaco possono oltrepassare il confine senza gravi pericoli!! Mi toccherà andare oltre il confine Disney per andare a cercare il cavaliere Benam, che ci ha aiutato in un’altra occasione, e che Dio ce la mandi buona!!!” (Benam, era un cavaliere dello zodiaco, il quale essendo stato una volta nel mondo Disney per aiutare segretamente Topolino a ritrovare Minnie, era il personaggio giusto, e non avrebbe detto di no.) “Benam!!! Il cavaliere d’acciaio della Volpe!! Buono e gentile!! Solo che dove vive lui è molto pericoloso!! Però è mio dovere aiutare i miei amici!! Quindi affronterò il pericolo, costi quel che costi!!!”

 

 

 

HOME DELLA SEZIONE

HOME